Genova è solo blucerchiata

Genova è solo blucerchiata

È finita come doveva finire, con buona pace per i bibini che tornano a casa più spennacchiati che mai… Due a zero, un paio di altre occasioni da rete, un rigore grosso come un poggiolo nel primo tempo, poche occasioni da parte loro, la più pericolosa delle quali quando la partita è già chiusa.

Grande, grandissima Samp. In tanti, nelle ore prima della partita, eravamo in ansia. Mai come quest’anno arrivavamo al derby da favoriti. Nemmeno degli anni dello scudetto il divario tra noi e loro è stato così netto. E proprio per questo, il rischio di un capitombolo c’era.

E invece no. Giampaolo, oltre a essere un grande allenatore, sa preparare i derby. L’anno scorso si è salvato la pelle. Quest’anno ha dimostrato una volta di più che Genova è solo blucerchiata.

È stata la partita di Zapata, in versione assist men. Immenso. Assist a parte, lotta come un leone. Fa a sportellate con tutti e vince sempre lui. Gran bel vedere. E poi, a seguire, tutti gli altri, nessuno escluso.

Ora si va a festeggiare e a scaricare la tensione. Domani, a bocce fredde, e a sbornia passata, avremo modo di fare il punto della situazione. Per ora, noi siamo a 23, con una partita in meno. Loro a 6, con un piede in B… Copritevi, che a meno 17 fa freddo…

LASCIA IL TUO COMMENTO