Torreira “blindato” fino a giugno: c’è un fattore pro-Sampdoria

Le spagnole si accalcano ma l'uruguaiano non partirà

Torreira “blindato” fino a giugno: c’è un fattore pro-Sampdoria

Lucas Torreira è uno dei nomi più citati quando si parla del calciomercato della Sampdoria. E’ quello su cui hanno messo gli occhi tante “big”, in primis le spagnole, con il Siviglia che già in estate ha provato a prenderselo. Non c’era però alcuna clausola di rescissione attiva, quella scatterà dall’estate prossima in virtù del nuovo contratto firmato e allora trattenere l’uruguaiano con quei 25 milioni di tetto sarà veramente difficile.

Il ragazzo, in queste prime gare di campionato, sta confermando di valere quei soldi (eccezion fatta per la gara di Udine, dove però hanno fatto male tutti). Andrà via? Probabile, ma non a gennaio come qualcuno ha ipotizzato. E’ vero, non ci sono solo le squadre di Spagna, anche in Italia le romane sono sempre state attente al destino del centrocampista e l’Inter si è fatta prepotentemente avanti.

C’è però un fattore che agisce in favore dei blucerchiati e non è di poco conto. Riguarda il tentativo del ragazzo di andare ai Mondiali con l’Uruguay, ormai a un passo dalla qualificazione a Russia 2018 (basta un punto in casa con la Bolivia nell’ultima partita di stanotte). I due sampdoriani d’Uruguay, ovvero lui e Ramirez, vogliono provarci e ci credono. Gaston è uno che la nazionale l’ha già vissuta, al contrario di Torreira, ed è una voce influente nel proprio Paese. Dovesse tornare nel giro sarebbe un bel traino per il compagno di squadra, a cui però servirebbero solide certezze tecniche. Alla Samp le ha, perché nessuno è lontanamente in grado di insidiargli il posto, mentre dovesse andare altrove dovrebbe ambientarsi e rischierebbe di dover cominciare il processo da capo. In ottica Mondiali, non può permetterselo ed è per questo che lui stesso avrebbe deciso (assieme alla società) di rimandare ogni discorso su un possibile addio a giugno.

LASCIA IL TUO COMMENTO