Gennaio 29, 2022

Cuore Blucerchiato

Ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli del Vaticano.

Antonio Brown rompe il silenzio sulla partenza dei Buccaneers, accusa la squadra di aver coperto la caviglia infortunata

Antonio Brown Ha rotto il suo silenzio. UN Dichiarazione lunga Attraverso il suo avvocato Sean Burst, l’anziano ricevitore bianco ha spiegato il lato della situazione che ha lasciato domenica. Bucanieri di Tampa Bay È stato messo da parte nel bel mezzo della partita contro Jet di New York Allo stadio Medlife.

Brown accusa la squadra di “coprirsi” costantemente intorno alla caviglia infortunata. Una risonanza magnetica alla caviglia ha mostrato che “i frammenti ossei fratturati, i legamenti strappati e la perdita di cartilagine nella mia caviglia erano oltre il dolore”, ha detto nella dichiarazione. È anche programmato per sottoporsi a un intervento chirurgico a quella caviglia.

I rapporti precedenti esemplificano questo infortunio Lo sfogo di Brown a lato ea metà partita è stato il principale motivatore per l’abbandono della squadra. Si dice che Brown abbia litigato con l’allenatore Bruce Arians, che ha cercato di coinvolgerlo nel gioco, ma il ricevitore ha rifiutato. Quando si è rifiutato di entrare in partita su richiesta degli ariani, l’allenatore gli avrebbe detto di “uscire”.

Brown ha evidenziato questa situazione nella sua dichiarazione completa attraverso il suo avvocato, che puoi leggere per intero di seguito:

Prima di tutto, vorrei esprimere la mia gratitudine ai Bucks, ai tifosi e alla mia squadra. Bucks mi ha aiutato a tornare al calcio produttivo dopo aver incontrato difficoltà nel porre fine alla mia carriera. Abbiamo lavorato insieme per risolvere queste difficoltà e lo apprezzerò sempre. Essere un membro della squadra campione del Super Bowl e poi essere un concorrente è un sogno che diventa realtà.

Mi sbagliavo. Lavoro intorno a me stesso e ci sono impatti positivi intorno a me. Ma una cosa che non faccio è vergognarmi di giocare duro in campo. Nessuno può essere incolpato per non avermi dato ogni possibilità.

A causa del mio coinvolgimento nello sport, ho ricevuto pressioni dirette dal mio allenatore per giocare con l’infortunio. Nonostante il dolore, ero in forma, lo staff mi ha iniettato quello che sapevo essere un potente e talvolta pericoloso antidolorifico che metteva in guardia contro l’uso della NFLPA e ho dato tutto me stesso per la squadra. Ho giocato fino a quando è diventato chiaro che non potevo usare la caviglia per assicurarmi le mie responsabilità di gioco. Il dolore era più di questo. Mi sono seduto da una parte e il mio allenatore è venuto da me molto tristemente e ha detto: “Cosa c’è che non va in te? Cosa c’è che non va in te?” Gli ho detto: “Questa è la mia caviglia”. Ma lo sapeva. Era ben documentato e ne abbiamo discusso. Poi mi ordinò di scendere in campo. Ho detto: “Coach, non posso”. Non ha chiamato cure mediche. Invece, mi ha detto: “Hai finito!” Si passò il dito sulla gola. L’allenatore mi ha detto che se non fossi stato ferito, avrei finito i soldi.

non ho smesso. sono stato tagliato. Non ho lasciato i miei fratelli. Sono stato buttato fuori. La rimozione dal lato a causa di una lesione dolorosa è stata molto brutta. Poi è arrivata la loro “spirale”. L’allenatore ha negato alla televisione nazionale di non sapere della mia caviglia. Questo è falso al 100%. Non solo sapeva che avevo perso diverse partite a causa di un infortunio, ma pochi giorni prima della partita lui ed io ci siamo scambiati dei messaggi in cui si riconosceva chiaramente il mio infortunio. Sapeva che ero sulla lista degli infortuni. GM ha ammesso di aver raccontato al mio allenatore del mio dolore alla caviglia domenica dopo la partita tramite messaggi di testo al mio campo.

Sapevo che avevamo perso contro i Jets ed è stato frustrante per tutti noi. Ma non potevo giocare a calcio su quella caviglia. Sì. io
Lasciato il campo. Ma rispetto alla corsa fuori dal campo con l’impeto delle emozioni nella tua mente, c’è una grande differenza tra partire dalla coda e raggiungere il successo. Stavo pensando alla mia reazione, ma c’è stato un innesco. Il grilletto è quando qualcuno dice che non mi è permesso provare dolore. Ammetto il mio passato. Ma il mio passato non mi ha reso un cittadino di serie B. Il mio passato non ha perso il diritto di chiedere quando soffro.

Mi hanno tagliato fuori prima. Ora mi stanno imprigionando. Invece di chiedere come mi sentivo o andare a fondo della questione, il team ha mandato un messaggio al mio campo. Ci hanno anche detto per iscritto che “non c’è altro modo”. Sono stressato e ho delle cose su cui lavorare. Ma la parte peggiore è che Bucks cerca ripetutamente di ritrarre questo come un’esplosione accidentale. Dicono alla gente che prima sono uscito e poi mi hanno tagliato. No No No Ho fatto il primo taglio e sono andato a casa. Mi hanno buttato fuori come un animale e mi sono rifiutato di indossare il loro sigillo sul mio corpo, quindi mi sono tolto la maglia.

Come parte del loro costante insabbiamento, mi comporto come se non fossi stato tagliato e ora chiedo di vedere il medico che vogliono esaminare la mia caviglia. Lunedì mattina ho effettuato una risonanza magnetica urgente alla caviglia. I frammenti ossei fratturati bloccati nella mia caviglia, il legamento strappato dall’osso e la perdita di cartilagine erano al di là del dolore. L’osso può essere visto dall’esterno. Ma ha bisogno di essere aggiustato e può essere aggiustato. La risonanza magnetica è stata letta da due dei migliori chirurghi ortopedici di New York, incluso il dottor Martin O’Malley presso lo Specialty Surgery Hospital. Ignaro del fatto che stavo già pianificando un’operazione all’HSS, Bucks mi ha “ordinato” di sottopormi a un’azione disciplinare e mi ha detto di presentarmi a un medico junior dell’HSS per un altro commento con poche ore di preavviso. Che scherzo. Giocano come se non fossi tagliato, dando “ordine” all’attacco a sorpresa di presentarsi a un altro dottore senza preavviso ragionevole, e impostando tutta questa cosa come base per tagliarmi fuori perché non l’hanno fatto domenica. Corretto. Mi dispiace, GM. Ho già ricevuto un feedback di conferma dal top dog dell’ospedale che mi ha “ordinato” di andare.

Mi piacciono i tifosi dei Bucks. La suora lo farà sicuramente. Amo i miei compagni di squadra e tutti coloro che mi hanno mostrato misericordia e si sono fidati di me. Ho dato tutto quello che avevo in campo a Bucks. Ciò che il sistema sta facendo ora deve essere ripulito. Le persone che dicono apertamente di prendersi cura della mia salute mentale, personalmente non capisco come possano farmi queste cose.

Quando il mio intervento sarà finito, tornerò al 100% e non vedo l’ora che arrivi la prossima stagione. Gli affari vanno a gonfie vele!

Contemporaneamente alla pubblicazione della dichiarazione di Brown, Burstin si è rivolto ai social media e ha scritto un post su Twitter condannando ulteriormente le presunte azioni di Buchanans contro il suo cliente.

“Perché dovrebbero cadere in una falsa campagna di insabbiamento?” Scritto come parte di Burstin. “Per evitare la responsabilità di ignorare il rischio di lesioni gravi pur di vincere una partita”.

È interessante notare che lunedì è stato chiesto ad Arians se ci fossero problemi da parte della squadra per quanto riguarda l’infortunio alla caviglia di Brown e la riabilitazione. A quella domanda, ha risposto: “Niente. Gli è stato permesso di giocare la scorsa settimana [and] Con [well]. e [he was] Ho il permesso di giocare questa settimana”.

Brown è tecnicamente ancora nella lista di Tampa Bay, tuttavia ha immediatamente annunciato dopo la partita che “non era più un dollaro”. La squadra c’è Si dice che lavori con la NFL Per determinare i prossimi passi per confermare la sua partenza.