Maggio 27, 2022

Cuore Blucerchiato

Ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli del Vaticano.

‘Ci saranno notti come questa’: Jazz ha spiegato la perdita di 34 punti per i Pelicans

'Ci saranno notti come questa': Jazz ha spiegato la perdita di 34 punti per i Pelicans

Tempo di lettura stimato: 3-4 minuti

NEW ORLEANS – Prima della partita di venerdì, all’allenatore del New Orleans Willie Green è stato chiesto perché pensava che gli Utah Jazz avessero la migliore linea offensiva del campionato in questa stagione.

“Non fanno molti errori”, ha detto Green.

Probabilmente di solito non…

Venerdì, però, le cose sono state difficili, davvero difficili.

Il Jazz è sceso di 18 punti dopo il primo quarto, è sceso di 27 alla fine del primo tempo ed è sceso fino a 37 nel secondo tempo, poiché lo Utah è stato completamente schiacciato dai Pelicans 124-90 al centro di Smoothie King.

“Su 82 notti, sarà così”, ha detto l’allenatore di Jazz Quinn Snyder.

I Jazz hanno concesso punti facili nella transizione all’inizio e hanno lottato per rompere la vernice e iniziare il loro attacco contro i Long Pelicans. Quella era una pessima combinazione; Ciò ha portato New Orleans a un vantaggio di 20 punti all’inizio del secondo quarto. I proiettili sono rimasti sopra quel segno per il resto della notte.

Il Jazz ha segnato punti bassi per la stagione e ha tirato il 34,8% dal campo.

“Passeremo notti come questa… daremo credito a chi è dovuto”, ha detto Donovan Mitchell.

Lo Utah non ha giocato bene, tutt’altro, ma per Mitchell il gioco riguardava più i cigni che il jazz. Herb Jones & Company ha costretto Mitchell a lasciare andare la palla e Jazz ha costretto a fare altri due, tre o quattro passaggi per entrare nel fairway. Quando il jazz non lo faceva – ed era raro e raro – spesso portava a rotazioni e opportunità di andare dall’altra parte.

READ  40 La migliore tenda campeggio 1 posto del 2022 - Non acquistare una tenda campeggio 1 posto finché non leggi QUESTO!

Presto i proiettili si gonfiarono e si gonfiarono.

“Lo hanno reso difficile e lo hanno reso difficile per 48 minuti”, ha detto Mitchell. “Penso che questo sia ciò che ha reso questa performance per loro così speciale”.

Ci sono state molte partite in questa stagione quando il jazz è iniziato lentamente. Per usare solo un esempio, domenica, lo Utah si è ritrovato a 14 punti dai Phoenix Suns nei primi minuti di gioco prima di tornare e vincere.

Snyder ha anche detto che un vantaggio di 20 punti in NBA non è niente. Di solito è così. Il modo in cui la maggior parte delle squadre può segnare, un singolo round può cambiare qualsiasi cosa. Venerdì, però, il Jazz non ha nemmeno minacciato di tornare.

Ciò che è diverso?

“Non posso dire che lo stavamo vivendo come gruppo”, ha detto Mitchell.

Era ovvio: nessuno ha giocato bene.

Mitchell è stato tenuto d’occhio dall’impressionante rookie Jones (Mitchell si è persino seduto dopo la sua conferenza stampa per assicurarsi che stesse elogiando Jones), che ha concluso con 14 punti in un tiro 5 su 18.

Bojan Bogdanovic è uscito 1 su 11 dal campo e ha segnato solo 5 punti. Mike Conley e Jordan Clarkson sono andati entrambi da 0 a 4 da un range di 3 punti. Anche la formazione di fine partita composta da Nikel Alexander Walker, Juancho Hermongomes, Odoka Azubuike, Eric Paschal e Jared Butler ha portato i punti di otto negli ultimi sette minuti.

Mitchell non poteva puntare il dito su ciò che esattamente non c’era nello Utah: era la fatica? Mentalità scadente? – Ma, francamente, con il modo in cui suonavano i pellicani, probabilmente non importava comunque.

READ  Serena Williams chiama il New York Times dopo che il giornale ha erroneamente stampato un'immagine di Venere

“Non voglio davvero dircelo in questo momento, voglio davvero dare loro credito perché quando arrivi a 30 a metà e poi continui a rimanere su 30, non importa cosa, (è difficile)”, ha detto Mitchell. “Stavamo per colpire un tiro, correre un po’ più veloci e loro hanno risposto. Salva con una transizione o un tiro dalla media distanza. Questa è un’abilità in sé e devi dare credito quando è dovuto ed è proprio lì che ho am. Hanno giocato davvero bene a basket stasera. Non l’abbiamo fatto.

Altre storie che potrebbero interessarti