Luglio 5, 2022

Cuore Blucerchiato

Ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli del Vaticano.

Cosa aspettarsi su PS5, Series X/S e PC • Eurogamer.net

Cosa aspettarsi su PS5, Series X/S e PC • Eurogamer.net

Il lancio di Elden Ring è stato caratterizzato da ottime recensioni che ne hanno elogiato il gameplay e la direzione artistica, ma anche domande sulle sue prestazioni tecniche su ogni piattaforma: PlayStation, Xbox e PC. Qui a Digital Foundry, la nostra analisi è in corso sulla versione 1.02 del gioco rilasciata di recente, ma volevamo fornire alcune idee iniziali, consigli e previsioni sulle prestazioni per chiunque abbia intenzione di ritirare il gioco al lancio. Questa sarà seguita dalla nostra analisi completa il prima possibile, che descriverà in dettaglio le prestazioni sia del PC che della console.

Per prima cosa, diamo un’occhiata alla situazione sulle console. Le metriche delle prestazioni che abbiamo visto nel test di Game Network dell’anno scorso sembrano sostanzialmente invariate su PS5 e Series X. Entrambe continuano a offrire due modalità: modalità frame rate e modalità qualità. Tuttavia, anche quando la patch del giorno di lancio 1.02 è attiva, la modalità frame rate continua a funzionare nell’intervallo 45-60 fps su PS5 e Series X, mentre le modalità di qualità in ogni intervallo sono nell’intervallo 30-60 fps. Entrambi i dispositivi funzionano a frame rate completamente sbloccati e, proprio come il test di rete, non c’è ancora un limite di 30 fps per uscire dalla lettura instabile in modalità qualità. Risultati? Prestazioni molto variabili in particolare per la modalità Qualità, dove i 60fps vengono raggiunti raramente, se non mai, su PS5 o Series X.

Il nostro video del test di rete 2021 ti offre la situazione di base della Terra.

In confronto, la PS5 in genere funziona a un frame rate più elevato rispetto alla serie X, sebbene nessuna delle due sia chiaramente l’ideale. La conclusione è che nessuna delle console offre 60fps nella versione finale. Tuttavia, ci sono soluzioni per ogni piattaforma che vale la pena considerare. Xbox Series X è notevolmente migliorata con il supporto a livello di sistema per la frequenza di aggiornamento variabile (VRR) se si dispone di un display di supporto. VRR aiuta a ridurre le vibrazioni percepite nell’intervallo 45-60 fps in modalità frame rate, creando un’esperienza più fluida abbinando l’aggiornamento dello schermo alla frequenza dei fotogrammi. Questa potrebbe non essere una soluzione per tutti, ma per quelli con TV compatibili, è l’opzione migliore su Xbox al momento. Anche gli utenti della serie S beneficiano di VRR qui. Con la modalità frame rate di questa piattaforma in esecuzione tra 40-60 fps al momento, è un’opzione praticabile, anche se non ideale, dato che le prestazioni della Serie S spesso si spostano verso l’estremità inferiore di tale intervallo.

READ  Magic Leap 2 pratico: campo visivo migliore in un pacchetto più leggero

Nel frattempo, raggiungere i 60 fps su PS5 è un’altra tattica. Sfortunatamente, il supporto VRR non è al momento disponibile su un dispositivo Sony, ma come con il test di rete, l’esecuzione dell’app PS4 su PS5 riduce semplicemente il frame rate a 60fps. permuta? Il gioco gira a una risoluzione più bassa – con una risoluzione ricostruita di 1800p – e con impostazioni di densità dell’erba inferiori rispetto alla versione PS5 originale. Questo è fondamentalmente il percorso del codice PS4 Pro, che utilizza la maggiore potenza della PS5 per raggiungere un livello di prestazioni più coerente. Anche con questi compromessi, l’esecuzione dell’app PS4 su PS5 è attualmente l’opzione migliore su qualsiasi console per raggiungere 60 fps stabili e consigliata se si valutano le prestazioni semplici rispetto a una qualità dell’immagine e funzionalità grafiche superiori.

Anche il posizionamento del computer merita chiarimenti. Allo stato attuale, la versione PC che esegue l’ultima patch 1.02 presenta una serie di problemi che influiranno su tutte le configurazioni hardware su tutti i preset grafici. Elden Ring è una delle prime incursioni del software nelle API di basso livello su PC e il gioco utilizza DirectX 12. Come abbiamo visto in altri titoli DX12, possono esserci problemi di stuttering frame-time seri e fastidiosi.

Innanzitutto, c’è una balbuzie di 250 ms quando sullo schermo compaiono nuovi effetti, nemici e aree. Questi tipi di balbuzie diminuiscono man mano che l’esperienza di gioco continua e il giocatore riconsidera i nemici, le aree e gli effetti. La seconda e più diffusa balbuzie sembra essere correlata al caricamento di nuove aree di gioco: quando si attraversa il terreno, spostarsi da un’area all’altra può causare un leggero calo di frame una tantum più volte al minuto o, nel peggiore dei casi, problemi di fluttuazione del frame time che riducono il frame rate Pneumatici dai 60 ai 40 anni.

READ  Zayn, figlio del CEO di Microsoft Satya Nadella, muore a 26 anni

I monitor della frequenza di aggiornamento variabile che utilizzano G-Sync o Freesync aiutano a mitigare il livello di distrazione di alcuni di questi problemi, ma fare affidamento sulla tecnologia non è una buona situazione dato che le versioni console non soffrono di questa balbuzie. Altri problemi da notare includono la mancanza di supporto per lo schermo superveloce, la mancanza di supporto per frame rate superiori a 60 fps e opzioni grafiche non intuitive prive di ridimensionamento visivo. Come abbiamo visto con altri titoli con problemi simili come Final Fantasy 7 Remake e Halo Infinite, potrebbe avere senso attendere più patch prima di investire tempo sulla versione PC di Elden Ring.

Quindi, nel complesso, è un po’ un miscuglio per Elden Ring ora su tutte le piattaforme. Molti di questi problemi possono e devono essere risolti in futuri aggiornamenti e speriamo che From Software possa aumentare le prestazioni del gioco a un livello che corrisponda alla qualità del resto del titolo. Approfondiremo i video e gli articoli futuri, quindi resta sintonizzato.