Maggio 27, 2022

Cuore Blucerchiato

Ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli del Vaticano.

Gli Emirati Arabi Uniti bloccano l’attacco missilistico durante la visita del presidente israeliano

  • Gli Houthi yemeniti minacciano più attacchi agli Emirati Arabi Uniti
  • Il presidente israeliano prosegue la visita all’Expo Dubai
  • Gli Emirati Arabi Uniti sono orgogliosi di essere un rifugio sicuro per gli affari
  • Gli attacchi segnano l’escalation del conflitto in Yemen
  • Emirati Arabi Uniti, Stati del Golfo che basano nuovi legami di sicurezza sulle preoccupazioni dell’Iran

DUBAI, 31 gen. (Reuters) – Gli Emirati Arabi Uniti hanno dichiarato lunedì di aver intercettato un missile balistico lanciato dal movimento Houthi dello Yemen, allineato con l’Iran, mentre gli Emirati Arabi Uniti hanno ospitato il presidente israeliano Isaac Herzog al suo primo visita al polo degli affari e del turismo del Golfo.

Nel terzo tale attacco sullo stato del Golfo alleato degli Stati Uniti nelle ultime due settimane, il portavoce militare degli Houthi ha affermato di aver lanciato missili Zulfiqar ad Abu Dhabi e droni a Dubai. Per saperne di più

Ha ribadito l’avvertimento ai residenti e alle aziende di “stare lontano dalle sedi e dalle strutture vitali” negli Emirati Arabi Uniti, che si vantano di essere un rifugio sicuro per gli affari e una destinazione turistica globale.

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Gli Stati Uniti hanno condannato l’assalto, che è seguito a un gen. 17 sciopero in un deposito di carburante ad Abu Dhabi che ha ucciso tre persone – in un’escalation della guerra nello Yemen tra gli Houthi e una coalizione a guida saudita, che include gli Emirati Arabi Uniti.

Un alto funzionario degli Emirati ha descritto gli attacchi come provocazioni “inutili” che sarebbero state affrontate per salvaguardare la sicurezza e la sovranità nazionale. “Coloro che testano gli Emirati Arabi Uniti si sbagliano”, ha detto il funzionario, Anwar Gargash, in un post su Twitter.

READ  NYT: è stato raggiunto un accordo per eliminare la razza come fattore nelle soluzioni per la commozione cerebrale NFL

Gli assalti hanno portato a una sicurezza rara nervosismo tra alcuni residenti in un paese in cui gli espatriati sono la maggioranza, ma non hanno avuto un impatto visibile sulla vita quotidiana, con ristoranti e spiagge affollate durante l’alta stagione invernale mite.

Il sentimento del mercato degli Emirati Arabi Uniti si è indebolito dopo il lancio di missili Houthi, ma gli analisti economici affermano che gli attacchi, per lo più contrastati, non hanno ancora smorzato la fiducia delle imprese o degli investitori.

Il ministero della Difesa degli Emirati Arabi Uniti ha affermato che il missile è stato intercettato a mezzanotte e 20 minuti e i suoi detriti sono caduti su un’area disabitata. Non è stato detto se fosse rivolto ad Abu Dhabi oa Dubai.

È arrivato mentre il presidente israeliano era in visita ad Abu Dhabi dove ha discusso di sicurezza e relazioni bilaterali con il principe ereditario di Abu Dhabi, lo sceicco Mohammed bin Zayed Al Nahyan. Per saperne di più

Il presidente israeliano Isaac Herzog incontra il principe ereditario di Abu Dhabi Sheikh Mohammed bin Zayed al-Nahyan ad Abu Dhabi, Emirati Arabi Uniti, il 30 gennaio 2022. Mohamed al Hammadi / Ministero degli affari presidenziali / WAM / Handout via REUTERS

“Mentre il presidente israeliano è in visita negli Emirati Arabi Uniti per costruire ponti e promuovere la stabilità nella regione, gli Houthi continuano a lanciare attacchi che minacciano i civili”, ha affermato in un tweet il portavoce del Dipartimento di Stato americano Ned Price.

Herzog, insistendo con la sua visita, era alla fiera mondiale Expo 2020 a Dubai. Per saperne di più

READ  Le compagnie aeree statunitensi e del sud-ovest rifiutano l'ordine del Texas che vieta gli ordini di vaccinazione.

Herzog ha espresso la speranza nel discorso che più paesi avrebbero normalizzato le relazioni con Israele come hanno fatto gli Emirati Arabi Uniti quando, insieme al Bahrain, hanno stretto legami nel 2020 in base a patti mediati dagli Stati Uniti soprannominati “Accordi di Abraham”.

SICUREZZA REGIONALE

Gli accordi hanno costruito un nuovo asse di cooperazione in materia di sicurezza e difesa tra Israele e gli Stati musulmani sunniti del Golfo, basato principalmente sulle preoccupazioni condivise sull’Iran sciita, inclusa la sua rete di proxy e il suo programma di missili balistici.

La coalizione guidata dai sauditi accusa l’Iran di fornire armi agli Houthi, un’accusa negata sia dal gruppo che da Teheran. Il conflitto in Yemen è visto come una guerra per procura tra Arabia Saudita e Iran.

Israele l’anno scorso si è unito a una marina trapano con le forze armate degli Emirati Arabi Uniti, del Bahrein e degli Stati Uniti. I produttori di armi di proprietà statale degli Emirati e israeliani hanno firmato offerte sviluppare congiuntamente un avanzato sistema di difesa dei droni e navi militari senza pilota.

Gli Houthi hanno ripetutamente effettuato lanci di missili e droni sull’Arabia Saudita nei quasi sette anni di guerra prima di espandere gli attacchi negli Emirati Arabi Uniti questo mese.

Gli Emirati Arabi Uniti avevano in gran parte interrotto la loro presenza militare nel 2019, ma dominano le forze yemenite, si armano e si addestrano e che di recente si sono uniti alle battaglie contro gli Houthi nelle principali regioni produttrici di energia. Per saperne di più

La coalizione ha anche recentemente effettuato attacchi aerei mortali sulle aree controllate dagli Houthi durante la guerra, che hanno ucciso decine di migliaia di persone e spinto lo Yemen sull’orlo della carestia.

Rapporti aggiuntivi di Omar Fahmy, Lilian Wagdy e Alaa Swilam al Cairo, Nadine Awadalla e Maher Chmaytelli a Dubai e Dan Williams a Gerusalemme; Scritto da Aziz El Yaakoubi e Ghaida Ghantous; Montaggio di Simon Cameron-Moore, Michael Perry, Mark Heinrich, William Maclean

I nostri standard: I principi di fiducia di Thomson Reuters.