Maggio 28, 2022

Cuore Blucerchiato

Ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli del Vaticano.

Il rublo scende, le azioni crollano mentre la Russia riconosce le regioni separatiste dell’Ucraina

Il rublo scende, le azioni crollano mentre la Russia riconosce le regioni separatiste dell'Ucraina
  • Il rublo russo supera 80 contro il dollaro
  • Il rublo ha raggiunto il livello più basso dal 26 gennaio
  • Le azioni scendono di oltre il 10% al livello più basso da novembre 2020

MOSCA (Reuters) – Il rublo è sceso lunedì sopra 80 contro il dollaro, mentre le azioni sono crollate ai livelli più bassi da oltre un anno quando il presidente russo Vladimir Putin ha chiesto l’immediato riconoscimento di due regioni separatiste nell’Ucraina orientale.

Putin ha firmato un decreto che riconosce le regioni separatiste dell’Ucraina orientale come entità indipendenti, intensificando una crisi regionale che l’Occidente teme possa sfociare in una guerra. Per saperne di più

Il rublo è sceso fino a 80,0650 contro il dollaro durante il lungo discorso televisivo di Putin alla nazione russa, ma ha ridotto alcune perdite quando Putin ha annunciato la sua decisione, che secondo lui avrebbe trovato sostegno tra il popolo russo.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Il forte calo del rublo dai livelli intorno al 70 per dollaro visto solo quattro mesi fa dovrebbe esacerbare l’inflazione già elevata, una delle principali preoccupazioni tra i russi, che già indebolirebbe il tenore di vita nel Paese.

Nel 1956 GMT, il rublo era sceso del 2,7% a 79,37 rispetto al dollaro. Era forte come 76,1450 all’inizio della sessione.

Contro l’euro, il rublo ha perso il 2,6% a 89,79 dopo aver toccato 90,7850, livello visto l’ultima volta nell’aprile 2021.

Nessun asset russo è rimasto illeso, poiché le azioni sono crollate ai livelli più bassi dall’inizio di novembre 2020 e i rendimenti obbligazionari, che si sono spostati inversamente ai prezzi, sono saliti ai livelli più alti da gennaio 2016.

READ  Il discorso di Biden oggi in diretta: il presidente nega di aver sottovalutato Putin nel suo annuncio e "paria" le sanzioni della Russia all'Ucraina

Indice RTS denominato in dollari (.IRTS) Ha chiuso la giornata in ribasso del 13,2% a 1207,5 punti e l’indice MOEX basato sul rublo russo (.IMOEX) Ha perso il 10,5% a 3.036,9 punti.

Il rendimento dell’obbligazione decennale OFZ di riferimento russo ha raggiunto un massimo del 10,64%. Anche il costo dell’assicurazione del debito sovrano russo contro l’insolvenza è salito ai livelli più alti dall’inizio del 2016 e sia i titoli di Stato in dollari di Mosca che quelli di Kiev sono crollati.

Gli analisti di Goldman Sachs hanno affermato che ora sembra plausibile che i rischi geopolitici nel confronto tra Ucraina e Russia stiano iniziando ad avere un impatto significativo sugli asset globali.

Hanno affermato che confrontare il rublo con i suoi omologhi ad alto rendimento dei mercati emergenti era una buona misura di quanto del premio per il rischio è ancora prezzato in rublo.

“Su questa base, le nostre ultime stime collocheranno il premio per il rischio dell’ultima escalation al 9% in base ai prezzi di chiusura di venerdì”, ha affermato Goldman Sachs.

Diplomazia vs. Sanzioni

La prospettiva di un possibile vertice tra Putin e il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, così come i prossimi colloqui tra gli Stati Uniti e i massimi diplomatici russi il 24 febbraio, hanno dato agli investitori un barlume di speranza all’inizio della sessione.

Nonostante le ripetute smentite da parte di Mosca delle dichiarazioni occidentali secondo cui intende invadere la vicina Ucraina, le risorse russe sono state danneggiate dai timori di un conflitto militare che quasi certamente porterebbe a nuove radicali sanzioni occidentali contro Mosca.

Tre persone che hanno familiarità con la questione hanno detto a Reuters che Washington ha preparato un primo pacchetto di sanzioni contro la Russia che include l’impedire alle istituzioni finanziarie statunitensi di elaborare transazioni per le principali banche russe. Per saperne di più

READ  La Russia annuncia corridoi per l'evacuazione dei civili a Kiev, Kharkiv, Sumy e Mariupol

Azioni della più grande banca russa Sberbank (SBER.MM) e VTB (VBR.MM) È in calo rispettivamente del 20% e del 17%, sottoperformando il mercato in generale.

La grande compagnia petrolifera Rosneft (ROSN.MM) Anche le azioni sono scese del 13,3%.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

(Segnalazione di Alexandre Marrow e Andre Ostrowch) Montaggio di Stephen Coates, Bernadette Bohm, Thomas Janowski, Andrew Heavens e Aurora Ellis

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.