Maggio 23, 2022

Cuore Blucerchiato

Ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli del Vaticano.

Il tribunale della Pennsylvania dichiara incostituzionale la legge statale sul voto per assenteismo senza scuse

La legge, nota come Atto 77, è stato emanato alla fine del 2019 con un forte sostegno bipartisan. Ma in settembre, più di una dozzina di repubblicani alla Camera di Stato – la maggior parte dei quali ha votato per la legge – hanno intentato una causa, affermando che le modifiche apportate al voto per assente erano incostituzionali e avrebbero dovuto essere perseguite attraverso un emendamento costituzionale presentato agli elettori.

Con una sentenza 3-2, la Corte del Commonwealth della Pennsylvania ha concordato con quel ragionamento venerdì.

“Se presentato al popolo, è probabile che venga adottato un emendamento costituzionale per porre fine all’articolo VII, sezione 1, requisito del voto di persona”, ha scritto venerdì il giudice Mary Hannah Leavitt per la maggioranza. “Ma un emendamento costituzionale deve essere presentato al popolo e adottato nella nostra legge fondamentale prima che una legislazione che consenta il voto per corrispondenza senza scuse possa essere ‘inserita nei nostri statuti'”.

Il pannello di cinque giudici della Corte del Commonwealth si è diviso lungo le linee di partito, con i tre giudici repubblicani d’accordo con i firmatari del GOP e due democratici dissenzienti.

Wanda Murren, direttrice delle comunicazioni del Dipartimento di Stato della Pennsylvania, ha dichiarato alla Galileus Web in una dichiarazione e-mail che lo stato sta lavorando a un appello alla Corte Suprema statale e “non è d’accordo con la sentenza odierna”.

Ha anche affermato in una dichiarazione di follow-up che la decisione “non avrebbe alcun effetto immediato” sulle elezioni primarie dello stato di maggio e ha incoraggiato gli elettori a richiedere schede elettorali per corrispondenza.

READ  Britney Spears è ancora protetta da Sam Lutfi dopo il conservatorismo

Il dipartimento “sta notificando a tutti i consigli elettorali della contea che dovrebbero procedere con tutti i preparativi per le elezioni primarie come erano prima della sentenza odierna della Corte del Commonwealth. Non dovrebbero esserci cambiamenti nelle loro procedure”, ha affermato Murren.

Il procuratore generale della Pennsylvania Josh Shapiro, un democratico che si candiderà a governatore questo autunno, ha criticato la decisione, dicendo che era “basata su una logica contorta e su ragionamenti errati ed è sbagliata sulla legge”.

“Sarà immediatamente impugnato e quindi non avrà alcun impatto immediato sulle imminenti elezioni in Pennsylvania. La questione andrà ora dinanzi alla Corte Suprema della Pennsylvania e siamo fiduciosi che l’Atto 77 sarà infine confermato come costituzionale”, ha affermato Shapiro in un .dichiarazione.

La Corte Suprema dello stato, in cui i Democratici hanno la maggioranza, ha sostenuto l’uso esteso da parte dello stato del voto per assente senza scuse nelle precedenti sentenze.

Più di 2,6 milioni di persone hanno votato per corrispondenza o per assente alle elezioni generali del 2020, secondo il Dipartimento di Stato della Pennsylvania, su un totale di circa 6,9 milioni di schede contate.
I repubblicani hanno sostenuto in modo schiacciante l’espansione del voto per corrispondenza nel 2019, ma poi hanno iniziato ad attaccare il processo in seguito alla perdita del presidente Donald Trump contro Joe Biden nel 2020. La campagna di Trump ha tentato di invalidare migliaia di schede elettorali della Pennsylvania presentando diverse cause, tutte senza esito.

Trump ha elogiato la decisione di venerdì, affermando in una dichiarazione che “un grande spirito patriottico si sta sviluppando a un livello che nessuno pensava possibile”.

Il presidente del Senato statale Tempore Jake Corman, un candidato governatore del GOP quest’anno che ha votato per l’espansione del voto per corrispondenza del 2019, disse la sentenza “dovrebbe servire come un invito all’azione per aprire una conversazione seria sulle riforme necessarie per rendere il voto accessibile e sicuro per tutti i Pennsylvanians”.

Ha affermato in una dichiarazione che prevede di introdurre una legislazione che includerà componenti come “l’identificazione dell’elettore, l’eliminazione del voto di partito etero, la fine dei drop-box, il divieto di denaro esterno e una disposizione per audit indipendenti delle elezioni da parte di terzi feste.”

READ  Il direttore della fotografia di Fox News Pierre Zakhorshevsky e la giornalista ucraina Oleksandra Kuvshinova sono stati uccisi vicino a Kiev

“Il mio piano amplierà l’accesso, aumenterà l’integrità e preverrà le frodi e darà ai Pennsylvanians un sistema elettorale in cui possono credere”, ha aggiunto.