Gennaio 29, 2022

Cuore Blucerchiato

Ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli del Vaticano.

La polizia francese ha arrestato un uomo in relazione all’omicidio di Kashogi

Beirut, Libano – Martedì la polizia francese ha arrestato un uomo dell’Arabia Saudita in relazione all’assassinio dello scrittore dissidente Jamal Kashoki, ma i funzionari francesi hanno avvertito che la sua identità è ancora in fase di verifica.

Un funzionario giudiziario francese, identificato come Khalid Alodieby, 33 anni, ha confermato di essere stato detenuto all’aeroporto Roissy-Charles de Gaulle a nord di Parigi sulla base di un mandato di cattura internazionale emesso dalla Turchia poco prima dell’imbarco. Riyadh, Arabia Saudita.

Nel 2018, all’interno del consolato saudita a Istanbul, il sig. Un uomo con quel nome è stato accusato di essere un membro del gruppo che ha ucciso Kashogi.

Gli arresti potrebbero innescare manovre internazionali poiché l’Arabia Saudita e il suo vero sovrano, il principe ereditario Mohammed bin Salman, se ne vanno e cercano di ricostruire la loro reputazione internazionale.

Un funzionario saudita, tuttavia, ha affermato che l’arresto è stato un falso caso di identificazione.

“I resoconti dei media affermano che la persona coinvolta nel crimine contro il cittadino saudita Jamal Kashoki è stata arrestata in Francia”, ha detto il funzionario, parlando in modo anonimo secondo le regole saudite. “I condannati stanno scontando condanne in Arabia Saudita”.

Se la persona arrestata diventa sospetta, la Francia può estradarlo in Turchia.

L’indagine turca sui sospetti è stata lenta, principalmente perché l’Arabia Saudita ha rifiutato di estradare nessuno degli accusati. Sig. Sarà il primo sospettato ad essere interrogato di persona fuori dall’Arabia Saudita se Alotaibi finisce in un cantiere navale in Turchia.

La sentenza è stata emessa da un tribunale dell’Arabia Saudita Cinque sono stati condannati a morte e tre al carcere Per omicidio, ma la pena di morte Sostituito da pene detentive Sig. Uno dei figli di Kashogi ha detto che lui ei suoi fratelli avevano perdonato gli assassini. Ma l’accesso al processo è stato limitato, i nomi dei condannati non sono mai stati resi pubblici e i gruppi per i diritti umani hanno liquidato il processo come una farsa.

READ  Sonos aggiunge finalmente il supporto audio DTS alla sua gamma di home theater

Tra i condannati c’era il sig. Al momento non si sa cosa farà dopo aver lasciato il posto.

Il principale scrittore e giornalista dell’Arabia Saudita, Mr. Kashoghi è stato ucciso nell’ottobre 2018 quando ha fatto irruzione nell’ambasciata saudita a Istanbul per ottenere i documenti necessari per sposare il suo fidanzato turco.

Entrando, è stato affrontato da un gruppo di agenti sauditi che hanno cercato di convincerlo a tornare in Arabia Saudita, secondo un rapporto di esperti delle Nazioni Unite sugli omicidi.

Quando si è rifiutato, è stato sottoposto ad anestesia, messo in un sacchetto di plastica e soffocato. Dopo la sua morte, il suo corpo è stato smembrato usando una sega ossea che i funzionari di sicurezza turchi avevano ordinato di smembrare.

I suoi resti non sono stati trovati.

L’intelligence federale stima che il principe Mohammed possa aver ordinato l’assassinio. A febbraio, il presidente Biden Ha permesso la pubblicazione del rapporto di indagine Sig. Decise che il principe Mohammed aveva approvato un piano per catturare o uccidere Kashogi.

I sauditi hanno definito l’assassinio un atto atroce e hanno negato che lo stesso principe Mohammed lo avesse ordinato o che lo sapesse in anticipo.

Ben Hubbard Rapporto da Beirut, e Aureliano Breiten Da Parigi. Carlotta Call Contributo rapporto da Istanbul.