Gennaio 29, 2022

Cuore Blucerchiato

Ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli del Vaticano.

La Texas Pipeline Company è stata incolpata per la fuoriuscita di petrolio in California

LOS ANGELES (AP) – Una compagnia petrolifera con sede a Houston e due sussidiarie sono state accusate mercoledì di una fuoriuscita di petrolio greggio nelle acque e sulle spiagge della California meridionale a ottobre, in parte a causa del mancato funzionamento corretto quando gli allarmi hanno ripetutamente allertato i lavoratori, affermano i pubblici ministeri. Una rottura del tubo.

Amplify Energy Corporation e molte delle sue società gestiscono un oleodotto a Oil Rick e Long Beach, accusato di aver scaricato illegalmente petrolio da un gran giurì federale.

Gli analisti ritengono che il gasdotto sia stato indebolito dai forti venti che hanno ancorato una nave mercantile a gennaio, circa 25.000 galloni (94.600 litri) di petrolio greggio versati in mare pochi mesi prima che esplodesse il 1 ottobre.

I pubblici ministeri degli Stati Uniti hanno affermato che c’erano sei modi per essere negligenti, incluso il fatto che il sistema di rilevamento delle perdite non ha risposto agli allarmi entro 13 ore e avrebbe dovuto essere avvisato della perdita e dei danni ridotti al minimo. Invece, il tubo è stato spento e riavviato dopo ogni allarme, versando altro petrolio in mare.

Amplify ha incolpato la compagnia di navigazione senza nome per la sostituzione del gasdotto e ha affermato che i lavoratori esterni e esterni hanno risposto a quelli che ritenevano fossero falsi allarmi perché il sistema non funzionava correttamente. La società ha affermato di segnalare una perdita su una piattaforma che non perde.

La perdita era, infatti, a 4 miglia (6,4 chilometri) da una sezione del gasdotto sottomarino, ha affermato Amplify.

“Se i dipendenti sapessero che c’è stata una vera fuoriuscita di petrolio nell’acqua, chiuderebbero immediatamente il rubinetto”, ha affermato la società.

READ  L'attenzione di Powell sull'inflazione capovolge il libro dei giochi epidemici del commerciante

L’Associated Press ha riferito per la prima volta la scorsa settimana che il sistema di rilevamento delle perdite di Amplify non era completamente operativo.. Al momento, la società ha rifiutato di commentare cosa significasse.

A ottobre, l’AP ha riportato domande sulla sua mancata risposta all’allarme.

Nel frattempo, la guardia costiera degli Stati Uniti ha detto mercoledì che stava rispondendo a un rapporto su una lucentezza sulla Bolsa Chica State Beach, ma non ha determinato la fonte e prevede di sorvolare la scena giovedì mattina.

L’area si trova nelle stesse vicinanze pubbliche in cui si è verificata la perdita in ottobre, sebbene il gasdotto non sia attualmente operativo.

In tal caso, il primo allarme di rottura del tubo è suonato alle 16:10 del 1 ottobre, ma non è stata trovata alcuna perdita la mattina dopo l’alba e i residenti a terra al 911 hanno segnalato il forte odore di petrolio greggio. Il primo pomeriggio, la nave da carico ancorata annunciò di aver visto un grande bagliore nell’acqua prima del tramonto.

Il 1° ottobre, i funzionari locali hanno cercato una perdita ma non l’hanno trovata. Secondo la Guardia Costiera, era troppo buio per uscire e cercare quando sono state ricevute le informazioni sulla perdita. Uscirono dopo l’alba e lo trovarono quando la compagnia lo annunciò.

Pochi giorni dopo la fuga di notizie, Martin Wilsher, CEO di Amplify, ha rifiutato di rispondere alle domande durante le conferenze stampa relative alla fuga di notizie e ha avvertito i controllori che un allarme alle 2:30 del mattino del 2 ottobre potrebbe causare una fuga di notizie. Ha detto che la società non era a conoscenza della perdita fino a quando non ha visto un luccichio nell’acqua di una barca alle 8:09 di quella mattina.

READ  Nathan Evolti, Boston Red Sox Trouble su chiamata chiave-strike in perdita per Houston Astros

Il sovrintendente della contea di Orange, Katrina Foley, ha affermato che l’atto d’accusa conferma i residenti che hanno scoperto la fuga di notizie il giorno prima e l’hanno denunciata.

“Durante la conferenza stampa hanno fondamentalmente mentito alla comunità e questo ha fatto credere alle persone che ciò che hanno visto o annusato o saputo con i propri occhi non era proprio vero”, ha detto. “Quello che sappiamo ora è che l’azienda lo sapeva, e gli allarmi suonavano come pensavano, e nessuno ha fatto nulla”.

I pubblici ministeri hanno affermato che il gasdotto ha funzionato per quasi un’ora nelle prime ore del mattino, anche dopo che è suonato l’ottavo e ultimo allarme.

L’avvocato difensore di Pipeline, Bill Karam, ha affermato che l’atto d’accusa dipinge un’immagine di un’azienda irresponsabile.

Carrom, direttore della Pipeline Safety Foundation con sede a Washington a Bellingham, ha dichiarato: “Capisco che ci siano falsi positivi nei sistemi di rilevamento delle perdite, ma questo è il nostro tesoro”.

I pubblici ministeri hanno scoperto che il gasdotto era a corto di personale, il personale era stanco e non adeguatamente addestrato nel sistema di rilevamento delle perdite.

Ramanan Krishnamurthy, un esperto di impianti idraulici presso l’Università di Houston, ha affermato che la spiegazione dell’accusa secondo cui i dipendenti dell’azienda erano stanchi indica un problema industriale di vecchia data.

“I dipendenti stanchi e oberati di lavoro sono vecchi, mediocri e spietati”, ha detto. “È stato dimostrato più e più volte che questa è una vulnerabilità molto importante”.

Non è chiaro perché ci sia voluto così tanto tempo prima che la linea d’acciaio spessa 1/2 pollice (1,25 centimetri) perdesse dopo l’apparente incidente dell’ancora, o se un altro colpo di ancoraggio o altro evento si rompesse e portasse alla perdita.

READ  Dow Jones Future Fall: risultati del rally del mercato azionario mentre Tesla cresce sempre

La perdita è arrivata a Huntington Beach e ha costretto le spiagge della città e altre a Orange County a essere chiuse per una settimana. La pesca nella zona colpita è stata recentemente ripresa ed è stato confermato che i pesci testati erano privi di tossine petrolifere pericolose.

Se condannata, la società rischia fino a cinque anni di carcere e una multa di 1 milione di dollari.

___

Segnalato da Brown da Billings, Montana. Contributo della giornalista dell’Associated Press Amy Doxin.