Gennaio 29, 2022

Cuore Blucerchiato

Ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli del Vaticano.

Pakistan: decine di arresti dopo il massacro e l’incendio doloso in Sri Lanka | Notizia

Fino a 120 persone sono state arrestate in seguito all’uccisione di un direttore della fabbrica accusato di blasfemia venerdì e le indagini continuano, ha detto il funzionario.

Decine di persone sono state arrestate in Pakistan in seguito al pestaggio a morte di un direttore di una fabbrica dello Sri Lanka da parte della folla.

Diversi video orribili condivisi sui social media hanno mostrato una folla che picchiava una vittima mentre cantava slogan contro la blasfemia venerdì. Altre clip mostravano il suo corpo bruciato, così come i rottami di quella che si diceva fosse la sua auto.

Molti tra la folla non hanno tentato di nascondere la propria identità e alcuni si sono persino fatti dei selfie davanti al cadavere in fiamme.

Sabato, il portavoce della polizia Khurram Shazad ha detto che fino a 120 persone sono state arrestate, incluso uno dei principali sospetti, e che le indagini sono ancora in corso.

“Il caso è indagato da esperti di polizia da varie angolazioni, compreso il fatto che alcuni operai della fabbrica abbiano giocato una carta religiosa per rappresaglia contro il manager”, ha affermato Tahir Ashrafi, studioso di religione e inviato speciale del primo ministro per la riconciliazione religiosa che ha confermato l’arresto. Il manager ha detto che alcuni lavoratori hanno detto che era “troppo severo”.

Malik Naseem Awan, un avvocato e residente a Sialkot nella provincia centrale del Punjab, 200 km (125 miglia) a sud-est della capitale attaccante Islamabad, ha detto all’AFP di essere preoccupato per le conseguenze dell’attacco. Immagine del paese.

“Non posso dire quanto sono imbarazzato. Sarebbe stato diverso se qualcuno lo avesse fatto individualmente, ma le persone lì lo stavano guardando in silenzio e nessuno stava cercando di salvarlo”, ha detto.

READ  Warriors Scores: Jordan Poole, Otto Porter Jr. GSW Last Knuckles

L’attacco ha suscitato indignazione, con il primo ministro Imran Khan che ha affermato “questo è un giorno vergognoso per il Pakistan”.

Un alto funzionario pakistano ha detto all’AFP che Islamabad era stato in contatto con i diplomatici dello Sri Lanka per l’incidente e li aveva “assicurati che tutti coloro che erano coinvolti nell’efferato crimine sarebbero stati assicurati alla giustizia”.

Alcuni problemi in Pakistan provocano come la calunnia, e anche il minimo suggerimento di insultare l’Islam provocherà proteste e provocherà uccisioni.

I gruppi per i diritti umani affermano che le accuse di blasfemia possono spesso essere utilizzate per risolvere ritorsioni personali, spesso mirate alle minoranze.