Dicembre 9, 2021

Cuore Blucerchiato

Ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli del Vaticano.

Parla Christopher Steele, creatore del controverso documento Trump Russia

In una clip del prossimo documentario della ABC News pubblicato domenica, Steele ha affermato di aver deciso di sedersi per un’intervista perché voleva “mettere le cose in chiaro” sul suo ruolo nelle indagini sull’interferenza russa nelle elezioni del 2016. La ABC di domenica ha rilasciato un estratto dal documentario, che include estratti dall’intervista di Steele, e il documentario completo uscirà a Hulu lunedì mattina.

“La maggior parte delle persone nel mondo ha sentito il tuo nome per la prima volta cinque anni fa, ma sei stato zitto fino ad ora. Perché parlare adesso?” Ha chiesto il presentatore George Stefanopoulos.

“La prima e più importante (causa) dei problemi che abbiamo identificato nel 2016 non è andata via ed è davvero peggiorata, e ho pensato che fosse importante venire e mettere le cose in chiaro”, ha detto Steel.

Il documento non testato di Steel nell’indagine dell’FBI su Trump e la Russia è diventato uno degli aspetti più controversi, portando all’indagine del consigliere speciale Robert Mueller. FBI Controlla le spese di valore E anni di investigatori del Congresso che esaminano affermazioni che coinvolgono l’ex presidente e la Russia.

L’ex avvocato di Trump Michael Cohen si è recato a Praga nel 2016 per incontrare funzionari russi – la dichiarazione di M குற்றச்சாller ha concluso che un’altra delle accuse di Steel era falsa.

Steel ha rafforzato la sua convinzione che la maggior parte delle richieste dichiarate nel documento fossero accurate.

“Sono convinto del lavoro che abbiamo svolto, delle risorse che avevamo e della professionalità che abbiamo utilizzato per realizzarlo”, ha affermato Steel.

L’FBI ha usato il documento di Steel per ottenere un mandato di sorveglianza straniero contro l’ex aiutante della campagna di Trump Carter Page. Rapporto pubblico dell’analista giudiziario rigoroso Rilasciato nel 2019. Il rapporto ha rilevato che l’indagine dell’FBI sulla Russia è stata avviata correttamente, ma ha sollevato seri interrogativi sulle prove di Steel, in cui la sua fonte primaria potrebbe aver detto all’FBI di aver “scherzato” sulle attività sessuali di Trump. E il nastro “Gossip e speculazione”.
Steel ha riaffermato la sua fede in un’affermazione molto controversa in un documento non verificato – BuzzFeed News riporta che Trump ha un video di prostitute che urinano in un hotel in Russia. Nel gennaio 2017, la CNN ha riferito I massimi funzionari dell’intelligence lo hanno presentato all’allora presidente Trump Con le richieste del Dossier Acciaio. Non ci sono prove che il nastro esista e Trump ha negato che l’incidente sia avvenuto.

Steele ha detto che crede che la Russia abbia una “merce” contro Trump e crede che la Russia abbia il nastro di Trump con le prostitute in un hotel russo, e se ABC preme, il nastro d’acciaio è “probabilmente”, ma la Russia stima che “non ha bisogno di essere rilasciato .”

READ  I Democratici della Camera sono ansiosi di approvare una risoluzione di sciopero prima del rock venerdì

“Oggi credi ancora che il nastro esista?” chiese Stefanopolos.

“Penso che probabilmente lo farà, ma non ne sono sicuro al 100%”, ha detto Steele.

“Quindi, se il nastro fosse reale, come spiegheresti che non è stato rilasciato?” chiese Stefanopolos.

“Beh, non c’è bisogno di pubblicarlo”, ha detto Steele. “Penso che i russi sentissero di avere un buon valore da Donald Trump quando era presidente degli Stati Uniti”.

Steel ha sostenuto molte delle affermazioni fatte nel suo documento iniziale, incluso il viaggio di Cohen a Praga. Cohen ha rifiutato di giurare di essersi recato in Repubblica Ceca durante l’udienza del Congresso del 2019 e di aver collaborato con gli investigatori che vedono Trump. Il rapporto del 2019 dell’ispettore generale della magistratura, l’FBI, ha dimostrato che Cohen non è andato a Praga nel 2016.

Nonostante abbia collaborato con gli investigatori su altre questioni, Steele ha sostenuto che Cohen poteva ancora mentire sul fatto che stava viaggiando a Praga, dicendo che il viaggio a Praga era “in gran parte autocolpevole”.

“Da quando è andato in prigione, ha raccontato ogni storia da quando ha trasformato il presidente Trump. Perché non dovrebbe ammetterlo?” chiese Stefanopolos.

“Penso che sia molto colpevole e offensivo”, ha detto Steele. “L’altra ragione è che potrebbe aver paura delle conseguenze”.

In una dichiarazione alla CNN, Michael Cohen ha negato le affermazioni di Steel: “Non vedo l’ora che arrivi il suo prossimo documento segreto che dimostri che Bigfoot, il mostro di Loch Ness ed Elvis sono ancora vivi”.

Quando gli è stato chiesto se ritenesse che la credibilità del suo documento fosse stata compromessa dopo che l’ispettore giudiziario generale Cohen non è riuscito a dimostrare la sua affermazione sul viaggio a Praga, Steele ha detto che “non poteva ancora crederci”.

READ  Studio: il parto è più comune nelle donne in gravidanza con gozzo

“Pensi che questo stia danneggiando la tua credibilità e non accetterai le scoperte dell’FBI in questo caso particolare?” chiese Stefanopolos.

“Sono disposto ad accettare che non tutto nel documento sia accurato al 100%. Non sono ancora sicuro che sia uno di questi”, ha detto Steele.