Dicembre 9, 2021

Cuore Blucerchiato

Ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli del Vaticano.

Raggiungimento dei livelli di gas serra; Il mondo sta lottando per controllare i danni

  • L’ONU chiede un drammatico aumento del cambiamento climatico
  • Il vertice cercherà di evitare livelli minacciosi di riscaldamento globale
  • Johnson del Regno Unito afferma che la decisione della COP26 è “toccata”
  • Dobbiamo ripensare il nostro intero stile di vita – Thalas

GINEVRA/GLASGOW, 25 ottobre (Reuters) – Le Nazioni Unite hanno dichiarato lunedì di aver stabilito un record per le emissioni di gas serra e di essere “sulla buona strada” per controllare il riscaldamento globale. .

Secondo un rapporto dell’Organizzazione meteorologica mondiale delle Nazioni Unite (OMM), i livelli di anidride carbonica sono saliti a 413,2 parti per milione entro il 2020, un valore superiore alla media dell’ultimo decennio, nonostante un calo temporaneo delle emissioni durante il blocco di Covid-19.

Secondo il segretario generale dell’OMM Better Talas, l’attuale tasso di aumento dei gas per motori caldi sarà “superiore” all’obiettivo dell’accordo di Parigi del 2015 di 1,5 gradi Celsius al di sopra della media preindustriale di questo secolo.

“Siamo fuori strada”, ha detto. “Dobbiamo ripensare la nostra industria, i sistemi energetici e di trasporto e il nostro intero stile di vita”, ha aggiunto. “Drammatico aumento” dei dazi La conferenza COP26 inizia domenica.

La città scozzese di Glasgow ha dato gli ultimi ritocchi prima della festa Discorso sul climaQuesta potrebbe essere la migliore opportunità rimasta al mondo per controllare il riscaldamento globale nel tetto di 1,5-2 gradi Celsius menzionato nell’accordo di Parigi.

“Questo vertice sarà molto difficile”, ha detto il primo ministro britannico Boris Johnson in una conferenza stampa con i bambini. Per saperne di più

“Sono molto preoccupato perché potrebbe andare storto, potremmo non ottenere gli accordi di cui abbiamo bisogno, potrebbe toccare e andare, è molto difficile, ma penso di potercela fare”, ha detto.

READ  Assunzioni soft, cosa significa la disoccupazione per il calo dell'inflazione, Dow Jones

Il governo tedesco ha annunciato che la cancelliera Angela Merkel si recherà a Glasgow per partecipare. Leggi tutto Il presidente russo Vladimir Putin non parteciperà di persona. Invece lui e il presidente cinese Xi Jinping dovrebbero prendere parte alle riprese video.

Le scorte sono enormi

Fumo e vapore emanano dalla centrale elettrica di Belgado, la più grande centrale elettrica a carbone d’Europa vicino a Belgado, in Polonia. La foto è stata scattata il 28 novembre 2018. REUTERS / Kacper Pempel / File Photo

Azioni per il pianeta I più grandi – la sopravvivenza dei paesi sottostanti, l’impatto dei mezzi di sussistenza economici in tutto il mondo e la futura stabilità del sistema finanziario globale.

Alok Sharma, presidente della COP26, ha affermato che è tre anni troppo tardi per i paesi sviluppati impegnare un totale di 500 miliardi di dollari per aiutare i paesi poveri ad affrontare il cambiamento climatico.

I paesi ricchi hanno promesso 100 miliardi di dollari l’anno nel 2009 per cinque anni entro il 2020. Ma un piano preparato da Canada e Germania prima del vertice affermava che l’obiettivo annuale non sarebbe stato raggiunto fino al 2023. Per saperne di più

“Comprensibilmente, questo è stato molto deludente per i paesi in via di sviluppo”, ha detto Sharma in una conferenza stampa. “Lo scopo di mettere insieme questo progetto è ricostruire la fiducia … questo è ciò che le nazioni devono offrire”.

Sabato il principe ereditario dell’Arabia Saudita mira a raggiungere le emissioni “nette zero” di gas serra prodotti dalla combustione di combustibili fossili 2060 – 10 anni dopo gli Stati Uniti, il principale esportatore di petrolio al mondo. Ha detto che avrebbe fatto lo stesso Raddoppia i tagli alle emissioni Prevede di raggiungere questo obiettivo entro il 2030.

READ  Trump ha approvato l'Idaho Lit. Contro il capo dello Stato GOP

Secondo un sondaggio di economisti di Reuters, l’obiettivo di Parigi di zero emissioni di carbonio richiederà investimenti nel 2% -3% della produzione globale nella conversione verde ogni anno fino al 2050. Il costo economico dell’inazione.

Al contrario, dal gennaio 2020 i governi hanno speso 10,8 trilioni di dollari, ovvero il 10,2% della produzione globale, in risposta all’epidemia del governo 19.

Il “solito” percorso commerciale che porta a un aumento della temperatura di 1,6 °C, 2,4 °C e 4,4 °C entro il 2030, 2050 e 2100, rispettivamente, comporterà una perdita del 2,4% entro il 2030, del 10% entro il 2050 e del 18% entro il 2100. Per risposte medie al sondaggio.

A Londra, gli attivisti per il clima hanno ripreso una campagna per bloccare le strade principali interrompendo il traffico nel distretto finanziario della città, mentre alcune dozzine di persone hanno organizzato un sit-in di protesta a Madrid, bloccando brevemente Gran Via Shop Street.

“Le emissioni di gas serra stanno innescando disastri climatici in tutto il pianeta. Non abbiamo tempo. È già troppo tardi e se non ci uniamo all’azione contro ciò che sta accadendo, non avremo tempo per salvare il resto”, ha affermato Alberto , 27 anni, sociologo che ha preso parte alla manifestazione.

Relazione aggiuntiva di William James e Kylie McClellan a Londra, Susanna Siemenska a Berlino, David Lungren a Ottawa e Marco Trujillo a Madrid; Scritto da Michael Shields, montaggio di William McLean e Nick McPhee

I nostri standard: Politiche della Fondazione Thomson Reuters.