Maggio 28, 2022

Cuore Blucerchiato

Ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli del Vaticano.

Tonga, colpita dallo tsunami, va in blocco dopo che i lavoratori che aiutano a consegnare gli aiuti catturano Covid | Vulcano Tonga

Tonga entrerà in blocco dopo aver registrato due casi di Covid-19 tra i lavoratori portuali che hanno aiutato a distribuire aiuti internazionali sulla scia dell’eruzione vulcanica e dello tsunami che ha devastato il paese del Pacifico il mese scorso.

I casi sembrano confermare i timori tra i funzionari tongani che l’arrivo degli aiuti possa portare allo scoppio del virus, che potrebbe rappresentare un pericolo per Tonga più grande dello tsunami.

Il primo ministro, Siaosi Sovaleni, ha affermato che il blocco, che inizierà alle 18 di mercoledì, sarà a tempo indeterminato, ma durerà almeno 48 ore, a quel punto sarà riesaminato.

Il blocco nazionale richiederà alle persone di rimanere a casa, con solo i servizi essenziali autorizzati a operare. Da quando è stato annunciato il blocco, le persone si sono affrettate a procurarsi rifornimenti, con fotografie che emergono di code lungo la strada davanti a banche e negozi, mentre le persone cercano denaro e cibo.

Tonga sta ancora vacillando eruzione del vulcano sottomarino Hunga Tonga-Hunga Ha’apai il 15 gennaio, che ha inviato gas in aria per 20 km, ha provocato uno tsunami, con onde che hanno raggiunto i 15 metri (49 piedi), e ha ricoperto di cenere il paese.

Tre persone sono morte a Tonga a causa dello tsunami e il governo tongano stima che l’84% delle persone nel Paese ne sia stata colpita. In alcune isole e villaggi, ogni singola casa è stata distrutta dallo tsunami.

Dopo il disastro sono arrivati ​​aiuti internazionali a Tonga, con navi e aerei in arrivo da Australia, Nuova Zelanda, Giappone, Gran Bretagna e Cina.

La consegna di aiuti umanitari, tra cui acqua alla rinfusa, kit igienici e rifugi, aveva lo scopo di essere senza contatto.

Tonga è rimasta senza Covid per gran parte della pandemia, segnalando un solo caso in un viaggiatore di ritorno a ottobre. Il viaggio a Tonga di solito richiede ai viaggiatori in arrivo di trascorrere tre settimane in quarantena.

Il caso in ottobre, che ha portato anche a un blocco, ha provocato un enorme aumento dei tassi di vaccinazione a Tonga, con il governo che ha confermato che il numero di coloro che erano stati completamente vaccinati è passato da circa il 35% prima che il primo caso fosse confermato al 62% quattro giorni dopo.

Erano oltre 20 i casi di Covid-19 segnalato tra i marinai intorno all’HMAS Adelaide, che ha lasciato l’Australia per Tonga con rifornimenti nella settimana successiva all’eruzione. Ci sono state anche infezioni da Covid tra i membri dell’equipaggio sui voli di soccorso dal Giappone e dall’Australia.

Tonga ha rifiutato un volo di soccorso dall’Australia a causa di un caso Covid positivo a bordo.

Le piccole nazioni del Pacifico, tra cui Kiribati e Palau, lo erano tra gli ultimi posti ad essere rimasti Covid-free, a causa della loro lontananza e dei severi divieti ai viaggi internazionali. Tuttavia, nell’ultimo mese, focolai di Covid-19 hanno colpito molte nazioni del Pacifico, tra cui Samoa, Isole Salomone, Kiribati e Palau. Solo una manciata dei più piccoli paesi del Pacifico – Tuvalu, Nauru e Isole Cook – sono ancora privi di Covid.

Il blocco a Tonga arriva poiché molte case e attività commerciali rimangono senza accesso a Internet dopo che lo tsunami ha interrotto l’unico cavo in fibra ottica che collega Tonga al resto del mondo. I funzionari sperano che le riparazioni vengano completate entro una o due settimane.

Circa il 61% delle 105.000 persone di Tonga è completamente vaccinato, secondo Our World in Data.

READ  40 La migliore happy hippo frigo del 2022 - Non acquistare una happy hippo frigo finché non leggi QUESTO!