Gennaio 29, 2022

Cuore Blucerchiato

Ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli del Vaticano.

“Traguardo incredibile”: il telescopio James Webb completamente utilizzato nello spazio | Notizie spaziali

Il James Web Space Telescope ha completato una difficile fase di spiegamento di due settimane, aprendo il suo pannello di vetro più grande, placcato in oro, a forma di fiore, pronto per esplorare ogni fase della storia cosmica.

I team di ingegneri dello Space Telescope Science Institute di Baltimora, nel Maryland, sono stati felicissimi quando la NASA ha annunciato sabato su Twitter che era stata utilizzata la sezione finale di 6,5 metri (21 piedi) di vetro.

“Ne sono appassionato – che pietra miliare meravigliosa”, ha detto Thomas Surbuchen, un ingegnere senior della NASA, durante un feed video dal vivo, celebrato dal pubblico delle star di tutto il mondo.

“Ora vediamo quella bellissima forma nel cielo.”

La rete da 10 miliardi di dollari, più potente del telescopio spaziale Hubble, esaminerà il cosmo alla ricerca della luce delle prime stelle e galassie formatesi 13,7 miliardi di anni fa. Per raggiungere questo obiettivo, la NASA ha dovuto decorare il web con il vetro più grande e sensibile mai lanciato: il suo “occhio d’oro”, come lo chiamano gli scienziati.

Il telescopio era così grande che doveva essere piegato in stile origami per adattarsi a un razzo esploso dalla Guyana francese due settimane fa.

La mossa più pericolosa è avvenuta all’inizio della settimana, quando le dimensioni del campo da tennis hanno ampliato l’armatura solare.

READ  Xi Jinping: il presidente cinese continuerà a riunirsi pacificamente con Taiwan

Lo scudo è posizionato in modo permanente tra il telescopio e il sole, la terra e la luna, e il lato rivolto verso il sole è di 110 gradi Celsius (230 gradi Fahrenheit).

Gli angoli più remoti dell’universo

Venerdì i controllori del traffico aereo di Baltimora hanno iniziato ad aprire il “Golden Eye”, allargando il lato sinistro come un tavolo a ribalta.

Questo bicchiere è realizzato in berillio, un metallo leggero, robusto e resistente al freddo. Ciascuno dei suoi 18 segmenti è rivestito con uno strato di oro ultrasonico che riflette altamente la luce infrarossa.

Le sezioni esagonali delle dimensioni del tavolino da caffè dovrebbero essere adattate nei prossimi giorni e settimane in modo che possano concentrarsi su uno dei mondi alieni che contiene i segni atmosferici di stelle, galassie e vita.

“Come se avessimo 18 bicchieri, ora i piccoli toni primari stanno tutti facendo le loro cose, devono cantare la propria canzone su qualsiasi tasto e devono farli agire come un ritornello, il che è un processo sistematico e difficile”, progetto di attività ha detto ai giornalisti la scienziata Jane Rigby.

Webb deve ancora raggiungere l’obiettivo di un milione di miglia (1,6 milioni di chilometri) in due settimane; Si trova già a 667.000 miglia (un milione di chilometri) dalla Terra dall’inizio del suo giorno di Natale.

READ  Incendio nel parlamento sudafricano: crolla il tetto, causando danni significativi in ​​tutto il campus

Secondo la NASA, al telescopio mancano ancora cinque mesi e mezzo e i prossimi passi includeranno la regolazione dell’ottica del telescopio e la misurazione dei suoi strumenti scientifici.

Se tutto va bene, quest’estate inizierà la ricerca scientifica. Gli astronomi ritengono che entro 100 milioni di anni dal Big Bang, l’universo sarà molto più vicino di quanto Hubble abbia raggiunto.

Il suo scopo è studiare l’origine, l’evoluzione e l’abitazione di pianeti lontani.

Amy Lynn Thompson, giornalista scientifica e spaziale, scrive a space.com che la diffusione riuscita dello scudo solare e l’esposizione degli specchi è stata un'”impresa incredibile”.

“Sono passati 25 anni da quando questo telescopio è stato prodotto e gli scienziati sono davvero pronti per arrivare al punto in cui può inviare immagini, e questi sono passi importanti che devono essere presi per assicurarsi che funzioni”, ha detto ad Al Jazeera. .

“Quello che farà è guardare la luce infrarossa, che fa parte dello spettro elettromagnetico che sentiamo caldo. Ha detto.

“Quindi non solo possiamo vedere alcune delle prime stelle e galassie, ma possiamo anche vedere che tipo di sostanze chimiche ci sono nell’atmosfera dell’esopianeta e forse trovare altri pianeti che potrebbero abitare l’universo”.