Maggio 23, 2022

Cuore Blucerchiato

Ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli del Vaticano.

Walgreens ha sostituito alcune porte del frigorifero con degli schermi. E alcuni acquirenti lo odiano assolutamente

Walgreens ha sostituito alcune porte del frigorifero con degli schermi.  E alcuni acquirenti lo odiano assolutamente
Il schermiSviluppato dalla startup Cooler Screens, utilizza un sistema di sensori di movimento e telecamere per mostrare cosa c’è dentro le porte, oltre alle informazioni sui prodotti, ai prezzi, alle offerte e agli annunci a pagamento più interessanti per i marchi. Questa tecnologia fornisce ai negozi un flusso di entrate aggiuntivo e un modo per modernizzare l’esperienza di acquisto.
Ma per i clienti che vogliono solo sbirciare nel congelatore e prendere un gelato, Walgreens (WBA) Rischia di farli incazzare risolvendo un problema che gli acquirenti non sapevano nemmeno esistesse.

L’azienda vuole coinvolgere più persone negli annunci, ma la reazione, finora, è stata di disagio e confusione.

“Gli schermi di refrigerazione digitale di Walgreens mi hanno fatto guardare un annuncio prima di farmi sapere quale porta conteneva pizza surgelata”, Egli ha detto qualcuno su twitter.
Un altro ha fatto eco: “Walgreens NESSUNO ha bisogno di uno schermo TV per sostituire le porte nei corridoi frigoriferi…. Fermare. “

I rivenditori sono ansiosi di aggiungere nuove esperienze ai loro negozi fisici. Ma molti consumatori non sono entusiasti di cambiare le loro abitudini e di certo non sono abituati a vedere le pubblicità dei congelatori.

“Le persone apprezzano davvero le loro routine. Non sono sempre alla ricerca di eccitazione”, ha affermato Julio Sevilla, un assistente professore di marketing presso l’Università della Georgia che studia il comportamento dei consumatori.

Ha affermato che gli schermi digitali possono aggiungere incertezza e barriere fisiche a un processo che è letteralmente semplice e trasparente: arrivare a un frigorifero di vetro.

Siviglia non pensa che i consumatori stiano cercando nuovi prodotti quando visitano un negozio di alimentari: “Tutti noi amiamo entrare in un supermercato e sapere esattamente cosa stiamo comprando. So anche esattamente dove sono le cose. Per questo tipo di cose legate al luogo prodotto, alla gente piace la certezza e la semplicità.”

READ  Le azioni hanno chiuso in forte rialzo quando la Federal Reserve ha alzato i tassi di interesse

Grandi nomi negozi

Tuttavia, Walgreens e Cooler Screens sono molto più avanti. Walgreens (WBA) Il test dello schermo è iniziato nel 2018 e da allora ha esteso la versione beta a poche migliaia di siti a livello nazionale.
Diversi altri importanti rivenditori stanno lanciando i propri test con Cooler Screens, tra cui Kroger (K)E il CVS (CVS)E i negozi GetGo gallone (CVX) distributori di benzina.

“Spero che un giorno potremo espanderci in tutte le parti del negozio”, ha dichiarato il co-fondatore e CEO di Cooler Screens Arsen Avakian in un’intervista con CNN Business.

La startup ha attualmente circa 10.000 schermi nei negozi, che sono visti da quasi 90 milioni di consumatori al mese, secondo l’azienda. Avakian ha affermato che l’azienda mira a portare le sue offerte digitali a un’ampia gamma di rivenditori tra cui bellezza, elettronica di consumo e bricolage.

Un portavoce di Walgreens ha affermato in un’e-mail che Walgreens è “impegnato a esplorare l’innovazione digitale [an] Lo sforzo di offrire esperienze nuove e diverse ai nostri clienti”.

Il portavoce ha affermato che gli schermi aggiungono valore perché forniscono ai clienti informazioni rilevanti sul prodotto per aiutarli a decidere cosa acquistare e che Walgreens sta valutando il programma pilota per decidere se espandersi ulteriormente.

‘momento della verità’

Sebbene non tutti i clienti Walgreens siano fan, il concetto di Cooler Screens ha attratto marchi importanti come Coca Cola (KO)E il Pepsi (PEP)E il Annidarsi (NSRGF)E il Kraft Heinz (KHC) E il mostro (MNST). Ha raccolto oltre $ 100 milioni da sostenitori tra cui Microsoft (MSFT) E il Verizon (VZ).

Avakian, CEO di Cooler Screens, ha affermato di aver sviluppato il concetto dopo aver visto i clienti all’interno del negozio sfogliare i loro telefoni per trovare informazioni e recensioni sui prodotti. Tradizionalmente, la pubblicità in negozio è limitata a opzioni come insegne, promozioni e posizionamento in evidenza sugli scaffali. Ma Avakian ha affermato che gli annunci digitali mirati di Cooler Screens vengono offerti in un “momento della verità”, proprio mentre i consumatori decidono quale prodotto estrarre dal frigorifero.

Come Heinz usa un numero falso per mantenere il suo marchio immortale

I marchi possono inserire annunci pubblicitari distribuiti su più congelatori, quelli che mostrano etichette nutrizionali per i prodotti o annunci pubblicitari che funzionano a seconda del tempo o dell’ora del giorno. Un’azienda di gelati potrebbe voler pubblicare annunci quando fuori fa caldo, mentre un marchio di caffè può colpire la corsa mattutina.

READ  Esperti: la criptovaluta non salverà la Russia dalle sanzioni | Criptovalute

La configurazione ha lo scopo di aiutare i negozi ad aggiungere entrate pubblicitarie ad alto margine per compensare la loro attività di vendita al dettaglio principale e a basso margine. Le aziende pagano Cooler Screens per pubblicare annunci su schermo e i rivenditori ottengono un taglio.

“C’è un enorme movimento nella vendita al dettaglio in questo momento per creare quella che viene chiamata una ‘rete di media al dettaglio’, che sfrutta tutti i modi in cui i marchi possono interagire con un venditore”, ha affermato Chris Walton, ex vicepresidente di Target che gestisce la vendita al dettaglio blog. Vendilo al dettaglio in digitale.” OmniTalk.

Questo non era un problema

Cooler Screens afferma che il 90% dei consumatori intervistati preferisce i suoi schermi digitali rispetto ai frigoriferi tradizionali e che gli schermi forniscono aumenti delle vendite ai negozi. (Walgreens non ha commentato.)

Ma oltre ai post confusi sui social media, la tecnologia ha anche attratto disinformazione e teorie del complotto. Politico il mese scorso esposto Un video virale su Facebook affermava che “i frigoriferi Walgreens stanno scansionando le mani e la fronte degli acquirenti alla ricerca del ‘marchio della bestia’”.

Avakian insiste sul fatto che la tecnologia è “identity blind” e protegge la privacy dei consumatori. I congelatori hanno sensori frontali che vengono utilizzati per tracciare in modo anonimo gli acquirenti che interagiscono con la piattaforma, mentre le telecamere rivolte all’interno tengono traccia dell’inventario dei prodotti.

Alcuni clienti hanno espresso frustrazione per l’esperienza. Le persone non sono sicure se dovrebbero toccare gli schermi o parlare con loro. Gli articoli mostrati non sempre corrispondono a quello che c’è dentro perché i prodotti sono esauriti.

READ  Starlink non bloccherà i media russi a meno che non sia costretto a "puntare l'arma"

Henry Brewer, che di recente si è imbattuto in uno schermo digitale al Walgreens di Chicago, ha affermato che la tecnologia è stata “totalmente invadente” e “intrusiva”.

“Vediamo annunci letteralmente ovunque e ora devo andare a vederli nel frigorifero?” Egli ha detto. “Semplicemente non sembra necessario e penso che abbia spento il consumatore quando non era un problema”.

Per Avakian, è semplicemente un prevedibile dolore crescente. Cooler Screens intende educare i clienti sugli schermi digitali e lanciare funzionalità come il riconoscimento vocale, in modo che gli acquirenti possano chiedere informazioni sui prezzi o sulla posizione degli articoli.

“Questo è il futuro della vendita al dettaglio e dello shopping”, ha affermato Avakian.